|
|
|
|
|
|
utenti online: [26]
|
mercoledì 21 febbraio 2018
 

Diritto allo Studio - Bandi Comunali - Pacchetto Scuola 2014/15

Diritto allo Studio - Bandi Comunali - Pacchetto Scuola 2014/15

 
 

ABC Siena

Progetto ABC

 
CHE COS'È L'OSP
STRUTTURA GESTIONALE
per Comune
per Istituzione Statale
per Istituzione non Statale
per Ordine e Grado
Scuole Serali
Scuole Carcerarie
Centri Territoriali
Orientamento
Diritto - Dovere
La scuola in cifre
Edifici Scolastici
Formaz. Ref. Scolastico
Diritto allo Studio - Bandi Comunali
Qualifiche triennali IeFP
PUBBLICAZIONI
CENTRO PER L`IMPIEGO
INFORMAGIOVANI
SERVIZI PER LA MOBILITÀ
LINK
RICERCA GEOGRAFICA DELLE SCUOLE NELLA PROVINCIA DI SIENA
clicca sulla mappa per visualizzare il dettaglio
Sei in: home   archivio primo piano   articolo in primo piano
23/10/2008 CRONACA:SCUOLE E UNIVERSITÀ

La protesta continua
All`indomani della durissima presa di posizione di Berlusconi, che ha minacciato di far intervenire la polizia contro le occupazioni, proseguono le manifestazioni contro la riforma Gelmini. Le parole del premier hanno scatenato la reazione delle opposizioni mentre il presidente Napolitano ha invitato al dialogo

12:28 Neorettore La Sapienza: "Garantire diritto a studio e protesta"
"Vanno garantiti agli studenti il diritto di poter fare lezione e anche di manifestare il proprio dissenso e sta a chi governa garantirli". Lo ha detto, il neoeletto rettore della Sapienza Luigi Frati a proposito delle occupazioni degli studenti nell`università, avvenute negli ultimi giorni contro la legge 133.

12:26 Studenti cosentini sospendono proteste dopo arrivo carabinieri
Gli studenti degli istituti superiori di Fagnano Castello, San Marco Argentano e Roggiano, nel cosentino, hanno sospeso lo stato di agitazione in atto da due giorni dopo una visita di carabinieri e polizia. I rappresentanti delle forze dell`ordine, secondo quanto si è appreso, hanno spiegato agli studenti in stato di agitazione che le manifestazioni in atto sono configurabili come un reato penalmente perseguibile in quanto presuppongono il reato di interruzione di pubblico servizio. Gli studenti hanno posto fine all`agitazione riservandosi di intraprendere altre forme di protesta. Tutti gli striscioni che erano stati apposti all`entrata degli istituti sono stati rimossi.

12:13 Muro di libri a Trieste per dire no alla Gelmini
Una `scuola di libri` è stata costruita stamani da oltre 200 studenti delle scuole medie superiori di Trieste, nella piazza del popolare rione di San Giacomo, in segno di protesta contro la riforma Gelmini. Gli studenti, arrivati di prima mattina dalle scuole, quasi tutte occupate o autogestite, hanno portato in piazza i loro libri di testo per erigere un simbolico muro davanti alla chiesa, sotto lo sguardo incuriosito dei passanti. Terminata la "costruzione", gli studenti sono tornati ordinatamente a presidiare le loro scuole, scandendo slogan contro la riforma.

12:09 Striscione in consiglio regionale veneto: "No a Stato di polizia"
Uno striscione con la scritta "Okkupazione no allo Stato di polizia" è stato srotolato nell`aula del Consiglio regionale del Veneto dai consiglieri di opposizione del Pd, Idv, Verdi, Prc e Rifondazione comunista. La protesta è stata messa in atto all`apertura dei lavori per iniziativa dei consiglieri del centrosinistra dopo le dichiarazioni del premier Silvio Berlusconi sull`uso delle forze dell`ordine in scuole e università occupate.

12:08 Nel pomeriggio corteo a Roma dalla Sapienza al Senato
E` previsto per le 15 un corteo di studenti universitari e medi che partendo dalla Sapienza arriverà sino al Senato. A Palzzo Madama nel pomeriggio è prevista infatti la discussione del decreto Gelmini.

12:05 A Pavia mobilitazione in Università e scuole superiori
Proseguono anche a Pavia le mobilitazioni degli studenti contro la riforma della scuola prevista dal decreto Gelmini. In questi giorni, in Università, si stanno svolgendo le assemblee di facoltà. Martedì prossimo, 28 ottobre, in contemporanea con il Consiglio di amministrazione dell`Ateneo, si svolgerà una nuova assemblea generale degli studenti nel corso della quale verranno formulate alcune proposte. Si mobilitano anche gli studenti delle scuole medie superiori di Pavia. Giovedì 30 ottobre è previsto un corteo per le vie del centro: a fianco dei ragazzi dovrebbero sfilare anche alcuni insegnanti.

12:04 Facoltà Sociologia fulcro mobilitazione studentesca a Trento
E` dalla facoltà di Sociologia che monta a Trento la protesta contro tagli e blocchi delle assunzioni. Dopo una prima lezione all`aperto tenuta ieri mattina in piazza Venezia, sotto il monumento ad Alcide De Gasperi, oggi si terranno altre assemblee che dovranno decidere di eventuali altre lezioni all`aperto o di una possibile occupazione. In preparazione anche una manifestazione che si terrà martedì 28 ottobre davanti al Rettorato, in coincidenza con la riunione del cda dell`Università.

12:02 Rotondi: "Bene Napolitano, ma decreto Gelmini è sintesi perfetta"
"Manifestare è legittimo, ma farlo in maniera pregiudiziale è sbagliato. La riforma della scuola che il governo vuole realizzare è la sintesi perfetta di tradizione e innovazione. Come sempre è stato saggio l`appello del presidente Napolitano affinché tutti discutano e si confrontino serenamente e costruttivamente sul sistema scolastico italiano. C`è bisogno della riforma e il governo intende realizzarla". Lo dichiara il ministro Gianfranco Rotondi.

11:52 Agenda proteste bolognese folta di appuntamenti
Numerose anche oggi le iniziative annunciate all`università di Bologna contro la riforma Gelmini. Assemblee sono in programma nelle facoltà di Giurisprudenza, Lettere, Lingue e Scienze, e lezioni in piazza Puntoni con alcuni docenti di Scienze. Alle 18.30 partenza da piazza San Francesco di una fiaccolata di liceali e universitari, con conclusione prevista in piazza Maggiore. In serata, da piazza Nettuno, collegamento con la trasmissione di Michele Santoro `Annozero` su Raidue.

11:51 Unione studenti: "Stop a occupazioni solo con ritiro decreto"
La mobilitazioni nelle scuole italiane contro il decreto Gelmini prosegue. "Al presidente del Consiglio che con metodi intimidatori ci intima di sciogliere le proteste rispondiamo che le occupazioni si fermeranno soltanto quando ritirerà il decreto 137", afferma Roberto Iovino, coordinatore nazionale dell`Unione degli studenti che ha dato il via alla protesta. "Questo governo - aggiunge - non può continuare a non ascoltare le nostre proposte e a considerarci solo un problema di ordine pubblico. Chiediamo che il governo ci convochi al più presto per ascoltare le nostre proposte".

11:46 Solo una scuola occupata in provincia di Mantova
Per ora l`unica scuola occupata nel mantovano è l`istituto Manzoni di Suzzara, grosso centro della provincia, che ospita indirizzi di studio liceali e tecnici. L`autogestione è iniziata ieri e dovrebbe concludersi, secondo quanto dichiarato dagli studenti, domani.
A Mantova la situazione è tranquilla. In tutte le scuole superiori le lezioni si stanno svolgendo regolarmente così come nella locale università.

11:38 Controlli dei carabinieri nelle scuole della capitale
I carabinieri avrebbero avviato dei controlli nelle scuole della capitale. Una prima ricognizione sarebbe avvenuta al liceo Augusto, dove è in corso un`assemblea degli studenti.

11:36 A università Cagliari blocco lezioni, ma niente occupazione
Il fronte degli studenti universitari di Cagliari e dei docenti è compatto per dire no ad una riforma che vedrebbe ridurre i finanziamenti degli atenei. Lo hanno ribadito anche in un`assemblea nella facoltà di Lettere, ma sull`occupazione non vi è un accordo unitario. Così si è deciso, con i docenti, la sospensione delle regolari lezioni sino a giovedì prossimo quando è previsto un corteo.

11:34 Tensione a corteo studenti di Cosenza
Esplode anche a Cosenza la protesta degli studenti delle scuole superiori e dell`università. Stamattina centinaia di ragazzi degli istituti di secondo grado hanno sfilato inneggiando slogan contro la Gelmini. Nel corso del corteo sarebbero stati capovolti dei cassonetti e i vetri di alcune scuole sarebbero stati rotti con il lancio di pietre. La manifestazione ha richiamato l`intervento di pattuglie dei carabinieri, che però si sono limitate a controllare evitando qualsiasi contatto.

11:32 Cicchitto: "Veltroni vuole incendiare gli animi"
All`indomani dell`annuncio del premier di voler mandare la polizia nelle università, il presidente dei deputati del Pdl Fabrizio Cicchitto accusa Walter Veltroni di voler "incendiare gli animi in vista della manifestazione del 25 ottobre" fomentando le proteste degli studenti in tutta Italia.

11:19 Bersani: "Gelmini vuole curare figlio malato a bastonate"
"Ho ascoltato ieri la Gelmini che elencava i mali dell`università. Sì, sono mali veri, ma lei, che è il ministro dell`istruzione, li elencava con odio. E` come se uno che avesse un figlio malato pensasse di guarirlo con le bastonate. Non è così che si cura la nostra scuola e università". Lo ha affermato il ministro ombra del Pd per l`economia Pierluigi Bersani.

11:11 Prefetto di Roma: "Libertà di riunione garantita dalla Costituzione"
"La nostra costituzione prevede che la libertà di riunione sia garantita, purché sia attuata pacificamente e senza armi. E` una garanzia costituzionale approntata per tutti coloro che sono sul nostro territorio". Così il prefetto di Roma, Carlo Mosca, commenta l`annuncio di Silvio Berlusconi, che ieri ha prospettato l`intervento delle forze dell`ordine contro le occupazioni di scuole e università. "Il diritto alla libertà di manifestazione di pensiero- dice Mosca - vale per tutti i cittadini, e ovviamente anche per gli studenti".

11:10 Picchetti davanti alle facoltà universitarie di Napoli
Picchetti davanti alle Facoltà napoletane, distribuzione di volantini e tentativi di blocco delle lezioni: la protesta degli studenti universitari a Napoli contro la riforma Gelmini e i tagli alla ricerca prosegue. Stamattina, dopo la prima notte di occupazione di palazzo Giusso, sede dell`università l`Orientale, l`assemblea `Stop Gelmini`, i collettivi studenteschi e le associazioni dei dottorandi e dei ricercatori si sono riuniti per decidere le azioni di protesta.

11:05 Forza Nuova partecipa ad occupazione liceo Malpighi di Roma
I militanti di Lotta Studentesca, movimento giovanile vicino a Forza Nuova, uniti ad altre centinaia di studenti, hanno occupato il liceo scientifico Malpighi di Roma per protestare contro il decreto Gelmini "che sta assestando il colpo ferale al sistema scolastico italiano".

10:56 Istituto d`arte d`Imperia proclama autogestione
I circa 360 alunni dell`Istituto d`Arte di Imperia hanno proclamato l`autogestione, come forma di protesta contro il decreto di riforma del ministro Gelmini. "Sono una quarantina gli alunni che svolgono regolare lezione - spiega la preside, Beatrice Grossi - Gli altri ragazzi hanno deciso di impostare le lezioni approfondendo i vari documenti e decreti relativi alla scuola e, più da vicino, la riforma, e trattando le materie del loro indirizzo con lezioni alternative, alcune organizzate direttamente da loro, altre con l`intervento degli insegnanti, quest`ultimi regolarmente in servizio e sempre a disposizione".

10:36 Manifestazioni studentesche creano problemi a traffico Napoli
Manifestazioni di studenti oggi a Napoli. Un corteo, non in programma, sta percorrendo Viale Kennedy, nel quartiere Fuorigrotta, e probabilmente raggiungerà la sede della Rai in Viale Marconi. Un altro corteo, anche questo non in programma, sta attraversando il centro della città e sta raggiungendo piazza del Gesù. Si stanno registrando pesanti ripercussioni sul traffico.

10:04 Corteo studentesco in centro a Torino
Diverse centinaia di studenti di scuole superiori di Torino stanno sfilando in corteo nel centro storico della città. I ragazzi, che marciano scandendo slogan, frequentano l`istituto professionale "Giulio", il magistrale "Regina Margherita", il liceo scientifico "Copernico", il tecnico commerciale "Rosa Luxemburg".

09:56 Centinaia di studenti delle superiori in corteo a Matera
Circa un migliaio di studenti delle scuole medie superiori hanno composto stamani, a Matera, un corteo che, partito da piazza Matteotti, si concluderà in piazza Vittorio Veneto, nel centro storico della città lucana. Con striscioni e cori, gli studenti stanno contestando la riforma del Ministro Gelmini.

09:56 Mantovano: "Eviteremo dissenso che usa violenza"
"Bisogna garantire la libertà del dissenso ma anche quella di chi non vuole protestare". Cosi` Alfredo Mantovano, sottosegretario all`interno, ospite di Radio Anch`Io su Radio 1. "Tra i diritti da garantire - sottolinea Mantovano - c`è anche quello di uno studente che non aderisce alla protesta e vuole entrare in aula, senza essere oggetto di minacce o peggio violenze, come purtroppo in qualche caso sta avvenendo". L`obiettivo del governo quindi è quello di "evitare che il dissenso passi attraverso minacce e violenze".

09:53 Cancelli bloccati alla facoltà milanese di Scienze politiche
I cancelli della Facoltà di Scienze Politiche dell`Università degli Studi di Milano sono stati bloccati dagli studenti per un`ora, impedendo così l`ingresso a chi voleva frequentare i corsi. Nessuna protesta da parte del centinaio di ragazzi presenti all`esterno, dove sono stati appesi striscioni contro il ministro dell`Istruzione Maria Stella Gelmini e il ministro dell`Economia Giulio Tremonti. In mattinata, la mobilitazione contro i tagli all`Università prosegue con gruppi di "libero sapere", che prepareranno le lezioni da tenere domani all`aperto in piazza Duomo, e con il coinvolgimento di alcuni professori disponibili a modificare i loro corsi per trattare temi di attualità.

09:38 La Rete degli studenti medi contro Berlusconi: "Parole gravi"
La Rete degli studenti medi ritiene le parole del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi "gravi e inaccettabili". In un clima di forte protesta e tensione sociale "viene meno alla sua responsabilità istituzionale, alimentando lo scontro e rifiutando il dialogo". La Rete è impegnata "nel mantenere forte il grande movimento pacifico e rispettoso nelle scuole e nelle università" che questi giorni ha dimostrato di saper esprimere istanze concrete e una straordinaria esigenza di cambiamento. Chiediamo al presidente del Consiglio di ritirare istantaneamente le minacce di ieri pomeriggio e di consentire il dialogo democratico".

09:19 Maroni: "Sulla scuola riunione oggi pomeriggio al Viminale"
"C`è una riunione oggi al Viminale alle 17".Lo ha detto a Trieste il ministro dell`Interno, Roberto Maroni, rispondendo alla domanda dei giornalisti che gli chiedevano quali saranno le direttive per la protesta di studenti universitari e scuole.





Fonte: La Repubblica.it
Allegato 1:
Allegato 2:
Allegato 3:
Gli indicatori della scuola senese. Rapporto 2015. Percorsi e carriere formative attraverso i dati dell'Osservatorio Scolastico
Disegnare il proprio futuro - a.s. 2017-18
DISEGNARE IL PROPRIO FUTURO - a.s. 2016-17
Disegnare il proprio futuro - a.s. 2015-16
Sito ottimizzato con risoluzione 1024 x 768 pixel - Internet Explorer 5.5™ o superiore.
OSP - Osservatorio Scolastico Provinciale di Siena - Piazza Amendola, 29- cap 53100 SIENA
Tel: 0577.241821 - 0577.241819
  top